L’Associazione Vittorino Chizzolini riunisce tutti gli ex studenti ospiti per almeno due anni della Famiglia Universitaria “Card. Giulio Bevilacqua – Emiliano Rinaldini“ della Fondazione Giuseppe Tovini.
Si costituì nel 1991 (il primo verbale di consiglio porta infatti la data del 25/10/1991) per iniziativa della Fondazione Tovini e di alcuni ex studenti con lo scopo di custodire e diffondere la memoria del prof. Vittorino Chizzolini, pedagogo cristiano, grande figura di educatore, persona santa e carismatica, di cui nel 2001 è stata avviata la Causa di beatificazione.
Per alcuni anni, fino al 1994, la vita associativa si è basata su uno statuto redatto sotto forma di scrittura privata. In occasione dell’assemblea del 29/05/1994 l’associazione Vittorino Chizzolini si costituì con atto pubblico.

Lo scopo dell’Associazione è di:

custodire e diffondere la memoria del prof. Vittorino Chizzolini ispirandosi alla sua testimonianza evangelica;
alimentare e intensificare un rapporto associativo volto alla collaborazione, all’amicizia alla solidarietà tra ex studenti della Famiglia Universitaria “Card. Giulio Bevilacqua E. Rinaldini:
collaborare alle iniziative della Fondazione G. Tovini nella sua azione educativa in campo pedagogico, sociale, assistenziale e di cooperazione internazionale nella piena condivisione dei valori cristiani e culturali che ne ispirano l’opera.

L’Associazione è retta da un Consiglio composto da unidici membri che durano in carica tre anni. Il Consiglio nomina il Presidente ed il Segretario. L’organo di controllo è il Comitato dei probiviri. Annualmente si tiene l’assemblea dell’Associazione.
L’Associazione si propone annualmente:

di mantenere il legame tra gli associati anche grazie al foglio di collegamento “La Gavetta”, il sito web www.associazionechizzoli.it (vedi link sotto); di assegnare ad alcuni studenti della Famiglia Universitaria bisognosi e meritevoli, dei riconoscimenti economici in denaro, o dei mezzi materiali per il supporto agli studi universitari (computers, libri ecc.);
di promuovere alcuni incontri con gli studenti della Famiglia Universitaria (circa un paio all’anno) su temi legati in particolare al mondo del lavoro e delle professioni.

L’Associazione si sostiene grazie alle quote annuali versate dagli associati.